dieta del gruppo sanguigno

La dieta del gruppo sanguigno è un regime alimentare ideato dal dottor Peter D’Adamo e ripreso ed ottimizzato dal dottor Piero Mozzi.

A differenza di altre diete, quella dei gruppi sanguigni non serve tanto a dimagrire, bensì a migliorare le condizioni di salute di chi la segue. Il principio è abbastanza semplice, anche se dietro ci sono concetti scientifici non proprio semplici da capire.

Il cibo non contiene solo nutrienti (vitamine, sali minerali, polifenoli, ecc.) ma anche delle sostanze chiamate lectine, che possono essere compatibili o meno con il nostro DNA.

Uno dei principali fattori di compatibilità è proprio il nostro gruppo sanguigno. Se il nostro sistema immunitario riconosce queste lectine come nemiche, si scatena un’azione immunitaria che li per li può essere innocua. Il problema è quando questa reazione c’è costantemente.

Per questo motivo dobbiamo imparare a limitare il consumo di quei cibi che scatenano questa reazione, che alla lunga può essere davvero molto dannosa per la nostra salute.

Da dove iniziare?

Per iniziare a seguire questa dieta è indispensabile conoscere il proprio gruppo sanguigno che può essere 0, A, B o AB. Ci sono anche altre distinzioni, come il fattore Rh che può essere negativo, o positivo. Ma ai fini della dieta non è importante.

Dopo aver appreso qual’è il tuo gruppo sanguigno, devi capire quali sono gli alimenti per te nocivi. Per fare questo ti consiglio la lettura del libro “La dieta del dottor Mozzi”, dove trovi approndimenti e tabelle che ti spiegano per filo e per segno cosa devi, o non devi mangiare.

Inoltre su questo sito trovi alcune informazioni utili per iniziare ad intraprendere questo percorso.

Conosci già il tuo gruppo sanguigno? Scopri qual’è la dieta che fa per te: